ASSOMAC partecipa al programma "A View from Italy"

11 March 2022

Il Vicepresidente di Assomac Cristiano Paccagnella è stato ospite di A View from Italy, il format condotto dal giornalista e opinionista Daniele Capezzone.

Tra i temi al centro della puntata, l’impatto della crisi Ucraina sui produttori di macchinari, le conseguenze del conflitto sul sistema moda, l’impegno per la sostenibilità da parte delle imprese associate e il mismatch tra domanda e offerta nel mondo del lavoro.

Paccagnella ha parlato del ruolo delle imprese associate Assomac nella filiera della moda. Un ruolo spesso poco visibile, ma fondamentale per giungere a prodotti finali di qualità, eccellenze Made in Italy riconosciute e apprezzate in tutto il mondo.

Sono state analizzate le conseguenze della pandemia e della recente crisi in Ucraina sul settore dei macchinari per la pelle, la conceria e la calzatura, che hanno messo in difficoltà l’industria italiana e molte aziende del comparto.

Paccagnella ha evidenziato come il conflitto in corso in Ucraina rischia di impattare, anche a causa del blocco del sistema SWIFT, alcuni produttori del sistema moda, come quelli delle Marche (specializzati in borse, scarpe, ecc.), che negli anni hanno costruito intensi rapporti commerciali con la Russia.

La conversazione si è poi spostata sui nuovi scenari globali: dal rischio di decoupling dei sistemi economici ai concorrenti asiatici, in particolare cinesi, fino agli strumenti messi in campo dall’Associazione, come la Targa Verde. Un sistema di incentivazione che certifica la sostenibilità dei macchinari, che renda evidente la superiorità, anche a livello di impatto ambientale, dei produttori italiani.

Spazio anche per un appello alla politica, per far sì che siano riconosciute agevolazioni fiscali e supporto alle imprese che si impegnano per tutelare e valorizzare le competenze e il know-how di imprese dalla lunga tradizione, impegnate ad affrontare la sfida della transizione digitale.

Infine, un passaggio anche sul cosiddetto mismatch lavorativo, il gap tra le competenze richieste dalle aziende e quelle effettivamente in possesso dei candidati lavoratori. La mancanza di personale qualificato rischia di far perdere la conoscenza del prodotto e del processo, un patrimonio da preservare e valorizzare, ha evidenziato Paccagnella.

Per questo, chiedendo anche l’appoggio delle istituzioni, Assomac vuole dare vita a un progetto di formazione coordinato, sfruttando anche gli ITS e creando corsi dedicati per formare le figure che mancano nel settore.


Paese: Italy
Ucraina| Formazione| Sostenibilità| TargaVerde| Moda

Contenuto esclusivo

Fai login o registrati per continuare a leggere

More news